Sport integrato: socialità e inclusione con il sitting volley nel centro di Firenze

188

FIRENZE – E’ stato un successo anche il secondo appuntamento di Sport Integrato, l’iniziativa promossa dal Comune di Firenze e dal Quartiere 1 incentrata sullo sport paralimpico.

Dopo la prima tappa dedicata a wheelchair hockey e tiro con l’arco, domenica 9 dicembre alla Palestra Libertas della Fratellanza Militare di Firenze nella centralissima Piazza Santa Maria Novella, persone con disabilità e senza hanno conosciuto la disciplina del Sitting Volley, la pallavolo giocata da seduti.

Si tratta di uno sport paralimpico che sta prendendo sempre più piede in Italia, in particolare in Toscana, la regione che può vantare a Pisa una squadra femminile campione d’Italia con ben 5 giocatrici convocate nella nazionale recente quarta ai Mondiali, e una maschile a Ponte Buggianese in cui milita un ragazzo della nazionale.

Sotto la guida di tecnici della Fipav i partecipanti hanno potuto cimentarsi con la disciplina, con esercizi e vere e proprie partite dimostrative.

La giornata di Sitting Volley si è rivelata una grande opportunità di socialità per la cittadinanza; l’aspetto educativo dello sport è stato messo al centro, dimostrandosi ancora una volta sempre più per tutti.

Le discipline paralimpiche giocate in contesti come questo, aperti e divertenti, favoriscono ancora di più l’inclusione.

A patrocinare l’iniziativa, sono stati il Comitato Italiano Paralimpico Toscana, la FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali) Toscana, FIPAV Firenze, Sitting Volley e la Scuola di Pallavolo Mattioli di Firenze.

Sono intervenuti i membri della Commissione Giovani e Sport del Quartiere 1 Edoardo Amato e Mauro Santoni, le funzionarie del Comune di Firenze Patrizia Bellini ed Elisabetta Carlino, il Presidente di CIP Toscana Massimo Porciani, il delegato CIP Firenze Alessio Focardi, il Presidente della Fiorenza Sport Stefano Righeschi, il Presidente della SDP Mattioli Paolo Bravi.

@RIPRODUZIONE RISERVATA