La meraviglia degli otto (8!) ultras del Tuttocuoio sugli spalti del “Pianigiani” a Tavarnelle

354

Continuano i nostri meravigliosi incontri sui campi e nelle palestre nell’ambito della nostra attività quotidiana con SportChianti.

Situazioni che ci colpiscono, e che raccontiamo volentieri qui, in Bar Sport…Chianti.

Perché, come spesso capita nella vita, succede che la meraviglia sta davvero nei particolari.

E a volte porti con te, oltre che l’esito di una gara, la prestazione di un calciatore, il gesto tecnico di una giocatrice, quell’inezia che, invece, fa la differenza.

Ed ecco allora che sabato scorso ho seguito San Donato Tavarnelle- Tuttocuoio (finita, per la cronaca, 2-1 per gli ospiti).

E sono stato rapito, per tutti i 90 minuti, dalla visione degli otto (8!) ultras del Tuttocuoio, arrivati al “Pianigiani” con sciarpe, bandiere, tamburi.

Con tanto di capo ultras che, per tutti i 90 minuti, ha chiamato una serie infinita, sottolineo infinita, di cori. Spesso costruiti su basi musicali di canzoni famose.

Una meraviglia: tranquilli, corretti, in mezzo ai tifosi locali (altrettanto corretti), hanno urlato a squarciagola per tutta la partita, hanno esultato per le reti dei loro ragazzi, hanno passato un pomeriggio di calcio vero.

Alcuni giovanissimi, altri un po’ più “agè”, che cantavano i cori con le mani… in tasca. Ma una grande passione neroverde.

Ripagata dalla vittoria, dal primo posto solitario in classifica. E dal saluto a fine gara dei ragazzi di mister Masini. Venuti sotto la tribuna per loro. Chapeau.

Matteo Pucci

@RIPRODUZIONE RISERVATA