Stadio Frosali, conclusi i lavori di ripristino: tra qualche mese torneranno anche i match ufficiali

618

BARBERINO VAL D’ELSA – Tornano gli allenamenti del Barberino, al “Frosali”, in attesa che l’impianto torni presto anche ad ospitare partite ufficiali.

Conclusi i lavori di ripristino della frana, lo stadio comunale “Leonardo Frosali” riapre i battenti. L’opera pubblica, tra le più rilevanti messe in campo dalla giunta Trentanovi, è stata realizzata grazie ad un investimento complessivo pari a quasi mezzo milione di euro, finanziato dalla Regione Toscana, dal Comune di Barberino, mediante l’Unione comunale del Chianti fiorentino, e dal Credito Sportivo.

1

L’intervento, complesso e articolato, ha risolto in via definitiva le problematiche legate al dissesto idrogeologico che si era verificato nell’area dello stadio alcuni anni fa, a seguito di un’eccezionale ondata di maltempo accompagnata da piogge e precipitazioni copiose e violente.

La progettazione, elaborata e diretta dall’ufficio tecnico del Comune di Barberino, ha previsto la messa in sicurezza, la risistemazione e il consolidamento dell’area franata.

Da alcune settimane sono ripartiti gli allenamenti della squadra della Polisportiva Barberino Val d’Elsa, che nel campionato di Prima Categoria.

E tra qualche mese l’impianto sportivo tornerà ad essere pienamente fruito e ad accogliere le partite della stagione calcistica 2018-2019.

“Siamo giunti al termine di un lavoro complesso – dichiara il sindaco Giacomo Trentanovi – con il quale siamo intervenuti non solo sul completamento del ripristino della frana ma anche sul rifacimento del manto erboso e sulla recinzione, ottenendo l’ampliamento del campo sportivo e la riqualificazione della delimitazione dell’impianto”.

L’investimento è parte di un programma di interventi finalizzati alla prevenzione e alla mitigazione del rischio idrogeologico nel territorio barberinese dove numerosi sono i casi che necessitano di interventi puntuali, molti dei quali sono stati effettuati nell’ambito della collaborazione tra il Comune e il Consorzio di Bonifica Medio 3 Valdarno.

“Con l’ultima variazione di bilancio – commenta il sindaco Trentanovi – abbiamo potuto garantire la copertura finanziaria sugli ultimi lavori necessari a completare l’intervento e a rendere pienamente fruibile il campo sportivo che dal 2019 permetterà alla formazione calcistica del Barberino di tornare a giocare in casa”.

“La riapertura dello stadio – continua – è una delle opere simbolo dell’Unione comunale, che testimonia l’importanza di lavorare insieme e lavorare con un maggiore peso specifico nell’attività di ricerca e assegnazione di finanziamenti pubblici. Dimostriamo ancora una volta che, uniti, riusciamo a captare contributi esterni, realizzare infrastrutture che rispondano ai bisogni effettivi del territorio e migliorare servizi e opportunità nel settore sportivo”.

Rientrano nel progetto di riqualificazione del campo sportivo il miglioramento dell’impiantistica degli spogliatoi e la sostituzione dell’attuale impianto di illuminazione.

“Si tratta dell’installazione di luci a led – aggiunge l’assessore ai Lavori pubblici Giannino Pastori – tra qualche mese lo stadio si doterà di un impianto moderno ed efficiente, alimentato da pannelli fotovoltaici per l’abbattimento dei consumi e il risparmio energetico”.

Per la realizzazione di questi interventi il Comune e la Polisportiva di Barberino hanno ottenuto un cospicuo finanziamento dal Credito Sportivo.

“La struttura, resa pienamente fruibile, offrirà al territorio anche la possibilità di portare avanti il progetto di formazione del calcio giovanile che unisce obiettivi e risorse della Polisportiva di Barberino e del San Donato Tavarnelle.

“Nel campo sportivo rinnovato – dice Armando Conforti, presidente della Polisportiva di Barberino Val d’Elsa – continueremo questa importante collaborazione che vede le due società gestire in forma congiunta le scuole di calcio”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA