Sport e divertimento ai centri estivi alla Botte: che iniziano con l’inno di Mameli

440

CALZAIOLO (SAN CASCIANO) – L’apertura dei giochi al Parco della Botte è un omaggio all’Italia.

La settimana dei centri estivi inizia con una piccola solenne cerimonia, prima l’alzabandiera poi il canto corale sulle note dell’inno di Mameli.

Ai ragazzi il simbolo del tricolore dà la giusta carica per intraprendere il turno del campus, due settimane di gioco e sport, che la quattordicesima edizione dei centri estivi, promossa dall’Unione comunale del Chianti fiorentino, offre ai bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni.

Un parco dove entrare in contatto diretto con la natura, tra gli ecosistemi acquatici della Pesa, un programma di attività variegate e un team di operatori qualificati, coordinato da Cecilia Poli, che organizza giochi, laboratori e divertimenti nelle discipline più varie, dallo sport all’art attack, dalla musica alla manipolazione, dall’artigianato all’esplorazione culturale e ambientale del territorio.

Un vero e proprio antidoto alla noia per gli ottanta bambini che frequentano il campus estivo organizzato in forma congiunta dai Comuni di San Casciano, Barberino Val d’Elsa e Tavarnelle, con la possibilità di usufruire del servizio di trasporto scolastico per le famiglie che lo richiedono.

“E’ una stagione ricca di giochi e divertimenti, particolarmente apprezzata dai bambini – fa sapere Paolo Catarzi, presidente dell’associazione sportiva La Botte, cui è affidata la gestione dei campi estivi – tanto che abbiamo deciso di allungare la durata dei centri per venire incontro alle esigenze delle famiglie che lavorano, in accordo con i comuni, proponendo ancora una settimana, quella a cavallo tra la fine di luglio e i primi di agosto”.

A rendere l’attività particolarmente stimolante è la straordinaria location, un parco che si sviluppa intorno al suo fiume, la Pesa, abitato da querce, pioppi, salici, fornito di attrezzature e impianti sportivi dove praticare le discipline più diverse.

I bambini sono coinvolti in un ricco programma che propone tennis, minicalcio, basket, ciclismo, trekking, risalita della Pesa e uscita in Mtb.

Tra le attività ricreative ci sono anche i minitornei di ping-pong, calcio balilla, laboratori di costruzione e manipolazione, attività musicali. Dentro e fuori il Parco della Botte c’è tutto un modo da scoprire.

L’associazione sportiva La Botte promette di divertire i bambini anche con le gite fuori porta, previste a Colle Val d’Elsa dove ammirare la sapienza dei maestri vetrai, a San Galgano e al Parco Eolico del Mugello.

Il calendario delle attività è frutto di una rete di collaborazioni che si avvale delle competenze e delle passioni delle associazioni locali tra cui l’Accademia Musicale di San Casciano, gli Amici dei Musei Marcello Possenti, l’Asd San Casciano Basket, l’Asd Tennis Club La Botte e l’Asd San Casciano Ciclismo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA