Motori e territorio: il sabato (splendido) prima della Firenze-Siena della Cassiacorse

1282

TAVARNELLE – La due giorni dedicata ai motori e… al Chianti, ovvero l’edizione 2018 della Firenze-Siena organizzata dalla Scuderia Cassiacorse 264 Storica, club di Sambuca, si è aperta con uno splendido sabato dedicato ad ammirare esemplari da sogno nel piazzale dell’Hotel Relais Borgo di Cortefreda, e con la conoscenza da parte di molti degli equipaggi di alcuni “gioielli” del territorio tavarnellino.

Il gruppo della Scuderia Cassiacorse 264 Storica (base logistica alla Sambuca), attento alla valorizzazione del patrimonio storico a motore, organizza infatti ormai da quattro edizioni, con il supporto degli Automobile Club di Firenze e Siena e in collaborazione con la Onlus Associazione Gruppo Insieme, sulle strade del Chianti classico, la rievocazione della mitica gara di velocità su strada degli anni ’50.

Nelle splendide foto scattate oggi da Roberto Deias, potete infatti vedere alcuni momenti del sabato prima della grande giornata della rievocazione. Con circa 70 auto, costruite dagli anni ’20 agli anni ’60; altre 30, splendide, di altri periodi. E le favolose Lamborghini del “Tributo” 2018.

Il sabato tutto chiantigiano è passato dalla sfilata delle favolose Lamborghini (quest’anno veri e propri gioielli in strada per la sfilata “tematica”) al Borgo di Cortefreda, alla visita dell’Abbazia millenaria di Badia a Passignano.

Fino alla conoscenza di una delle aziende top della Sambuca, legata al mondo dei motori, come la Carbon Dream.

L’obiettivo della rievocazione infatti viene ben espresso dalle parole del presidente della Scuderia Cassiacorse 264 Storica, Luigi Berra: “Auto d’epoca, sport, turismo e cultura. La nostra è una zona molto bella e vogliamo essere ulteriore motivo di attrazione”.

Stasera cena di gala, sempre nel magico scenario del Borgo di Cortefreda. Prima del gran giorno di domenica 15 aprile.

Domenica 15 aprile alle 8.30 il ritrovo è nel centro di Firenze dal Piazzale del Re alle Cascine. Il via alle 9.30 “coadiuvati” dai ragazzi disabili del Gruppo Insieme.

Usciti dalla città, Galluzzo, Tavarnuzze, Impruneta, e poi, sulle prime colline, ci sarà un controllo a timbro a San Casciano presso l’Officina Bellini che esiste dai tempi della vera Mille Miglia come punto di assistenza Alfa Romeo.

Si prosegue per Tavarnelle, Barberino Val d’Elsa, Poggibonsi, Colle Val d’Elsa, Monteriggioni; da qui si lascia la Cassia per dirigersi verso Castellina ma dopo circa 5 chilometri, una sosta ristoro alle Cantine Melini da cui si domina tutta la vallata e in un giorno sgombro di nuvole, si vedono chiaramente le torri di San Gimignano.

Si riparte: Castellina in Chianti, Quercegrossa e Siena dove ci sarà il pranzo con premiazioni all’Hotel Garden. Premi all’equipaggio più “acculturato” (bisogna rispondere anche a dei quiz sul motorismo storico) e alle auto più significative.

Una parte delle quote di iscrizione verrà devoluta alla Onlus “Associazione Gruppo Insieme” di Greve in Chianti, che si occupa in particolar modo di giovani disabili supportandoli negli studi e nelle attività motorie.

Tutte le informazioni su www.cassiacorse.it – 055.8071537 – mail@cassiacorse.it.

@RIPRODUZIONE RISERVATA