Golfista vincente e brava studentessa, Letizia Bagnoli bell’esempio di scuola & sport per il Miur

246
immagine dal sito della Federgolf

BAGNO A RIPOLI – Ha vinto gli Internazionali di Portogallo a inizio stagione, si è classificata tra le prime tre agli internazionali di Spagna, Italia e Francia. Ha vinto un campionato nazionale Match play in Italia e ha partecipato vestendo i colori europei alla Junior Solheim Cup in Iowa.

La diciottenne Letizia Bagnoli è una giovane golfista di livello internazionale tesserata per il Golf Ugolino e frequenta il quinto anno del Liceo linguistico “Gobetti-Volta” di Bagno a Ripoli.

1

“La mia giornata si suddivide in scuola, golf e attività fisica – spiega – Solitamente vado al golf cinque volte a settimana. Il lunedì studio, portandomi avanti per il resto della settimana e faccio attività fisica. La scuola mi prende moltissimo tempo, soprattutto adesso che frequento l’ultimo anno. In ogni caso ho tempo per fare tutto e posso dire che essere molto impegnata mi aiuta ad ottimizzare il tempo al meglio”.

E Letizia ha portato la sua esperienza di atleta-studente presso la Sala della Comunicazione del Miur a Roma, dove sono stati presentati i dati dell’edizione 2017/2018, della sperimentazione didattica “Studenti-Atleti”, promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca in collaborazione con Coni, Lega Serie A e Comitato Italiano Paralimpico (Cip) per permettere a studentesse e studenti impegnati nello sport agonistico di non rimanere indietro negli studi.

Alla presenza del sottosegretario Gabriele Toccafondi, del direttore generale della Lega Serie A, Marco Brunelli, della responsabile del Dipartimento Strategia e Responsabilità Sociale del Coni, Teresa Zompetti e del vicepresidente del Comitato Italiano Paralimpico (Cip), Marco Borzacchini.

Sono oltre 1.300 gli studenti coinvolti nel programma con coniuga studio e agonismo, e a portare la loro testimonianza, oltre a Letizia, ci sono stati anche Angela Procida, nuotatrice, iscritta all’IIS “F. Severi” di Castellamare di Stabia, Luca Tommaso Longo, schermidore, iscritto  al “V. Convitto Nazionale Vittorio II” di Roma, Livia Cosoli, tuffatrice, iscritta all’IIS “Tommaso Salvini” di Roma ed Elisa Todini, ginnasta, iscritta all’IIS “Tommaso Salvini” di Roma.

Oltre a loro hanno portato la propria diretta esperienza gli atleti diplomati Danila Zazzera, attaccante della A.C.F. Fiorentina e Stefano Greco, portiere della Primavera dell’A.S. Roma.

“Il golf va a gonfie vele – continua Letizia – perché avendo poco tempo quando mi alleno ci metto tutta me stessa. Mi piace studiare, non ho mai incontrato grosse difficoltà e devo riconoscere che i miei professori sono molto comprensivi. Mi rendo conto che non è sempre così, infatti credo che il “progetto Miur” sia utilissimo e decisivo perché spesso i ragazzi sono indotti a lasciare lo sport a causa di uno stress scolastico troppo forte. Ecco perché la sperimentazione studenti-atleti sarà utile a chiunque pratichi uno sport a livelli agonistici”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi